Giovanni Napoletano

Per i creditori è sempre difficile, se non impossibile, dimostrare che lei ha svolto anche compiti di amministratore.

E poi, effettivamente, se qualche creditore si oppone, dovrà spiegare perchè ha deliberatamente ignorato i patti sociali, dove è scritto chiaro e tondo che lei non era accomandatario.

Tutto questo senza tener conto che lei eseguiva solo gli ordini dell'effettivo amministratore, che ha ceduto le quote spontaneamente e non perché estromesso in seguito alla violazione del divieto di svolgere il ruolo di amministratore.

Nel campo delle responsabilità dell'amministratore di società sas le opinioni sono sempre molto divergenti. Ma il suo caso è lineare.

Credo sia ancora presto per vendere la casa. Forse sarebbe più saggio attendere gli eventi.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.