Simone di Saintjust

Mi pare alquanto strano che un professionista serio vada a richiedere agli eredi un debito teoricamente prescritto da circa 7 anni.

Le parcelle non riscosse degli avvocati e di altri professionisti vanno in prescrizione dopo tre anni, cioè dopo tre anni - in assenza di ulteriori azioni - non sono più esigibili, non possono più essere riscosse.

Quindi se se la sente - e solo se se la sente - vada pure all'incontro con l'avvocato, ma Le raccomando solo per prendere cognizione delle sue richieste, non firmi nulla e non prenda nessun impegno.

Nelle more della definizione della vicenda, potrebbe rivolgersi alla cancelleria del tribunale dove risiedeva suo padre chiedendo se esistono procedimenti giudiziari - civili e penali - ancora aperti nei confronti di suo padre. Nello stesso documento vengo indicati i nomi dei diffensori incaricati.

Tuttavia, è chiaro che nell'ipotesi che la parcella oggetto della questione fosse dovuta per un consulto o per un intervento stragiudiziale, anche se in tribunale non risultasse nulla, il dubbio permarrebbe.

Ed allora un controllo più facile ed immediato potrebbe essere questo: verifichi che il personaggio in questione sia effettivamente un avvocato; è possibile consultare on line l'albo degli avvocati della Sua zona, ed in pochi istanti verificare la presenza del nominativo o meno.

Se ci riferirà l'evoluzione della vicenda Le daremo ulteriore supporto.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.