Annapaola Ferri

Difficilmente la banca accetterà un accordo stragiudiziale a saldo stralcio. Il motivo è che c'è un garante, suo padre, proprietario di un bene immobile.

Presumibilmente la banca iscriverà ipoteca sul bene di proprietà del garante.

Non sarà necessario procedere subito al pignoramento. Con il passare del tempo gli interessi di mora lieviteranno e, se il debito non verrà saldato, il creditore potrà avviare l'espropriazione.

In tal senso, colgo, forse, un equivoco di fondo nelle sue convinzioni.

Pignoramento ed espropriazione della prima casa sono precluse, per legge, solo ad Equitalia (o ad altri concessionari della riscossione) per debiti assunti nei confronti della Pubblica Amministrazione.

A banche, privati e finanziarie non si applicano i vincoli fissati dal c.d. Decreto del Fare in materia di riscossione coattiva di tipo esattoriale.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.