Simone di Saintjust

Concordo con lei, tanto più che la dichiarazione dei redditi può significare ben poco.

Come per l'accesso ad altri benefici (e come avviene anche per Equitalia) dovrebbe essere la DSU/ISEE a sancire, in modo oggettivo per quanto possibile, il diritto a fruire della rateizzazione della sanzione pecuniaria.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.