Ludmilla Karadzic

Trascorso un anno dalla notifica della cartella esattoriale, Equitalia, nel caso in cui l'importo preteso non dovesse essere pagato, le invierà un avviso di mora (intimazione al pagamento). Dalla notifica dell'intimazione il debitore ha 5 giorni per il pagamento di quanto dovuto, dopo i quali Equitalia può agire in via esecutiva: fermo amministrativo e/o pignoramento dello stipendio e/o pignoramento del conto corrente, per limitarci alle forme più frequenti.

Stipendi e pensioni possono essere pignorate da Equitalia in misura pari ad un decimo per importi fino a 2.500 euro e in misura pari ad un settimo per importi superiori a 2.500 euro e non superiori a 5.000 euro.

Il fermo amministrativo è una misura cautelare, o, più praticamente, una misura finalizzata ad indurre il debitore a saldare il proprio debito. Nella fattispecie, la mia opinione è che Equitalia procederà direttamente al pignoramento del suo stipendio o del suo conto corrente.

Comunque, la possibilità di rottamazione delle cartelle esattoriali (pagamento del debito senza interessi) avrà fine il prossimo 31 marzo.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.