Piero Ciottoli

Mi sembra di capire che il "cambio di residenza" sia attribuibile unilateralmente al Comune.

In questa evenienza è il Comune che dovrebbe comunicare l'avvenuto cambio di residenza ai soggetti coinvolti; oppure provvedere a verificare e trasmettere direttamente all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC) e quindi al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) i dati degli eventuali proprietari di veicoli interessati dalle variazioni anagrafiche intervenute.

In mancanza, si potrebbe applicare, in via analogica, la sentenza di Cassazione del 2006 (numero 24673) in cui è stato stabilito il principio per il quale gli effetti negativi di una notifica effettuata al precedente indirizzo di residenza non possono ricadere sul cittadino .... ciò anche nel caso in cui si verifichi un ritardo nell'aggiornamento dei relativi archivi per l'inefficienza della pubblica amministrazione.

Con questi presupposti, i termini di notifica della multa risulterebbero ampiamente superati.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.