Ludmilla Karadzic

Cominciamo con l'assegno scoperto. Per poter disporre nuovamente del libretto di assegni è necessario che decorrano i termini previsti dalla revoca di sistema contestuale alla segnalazione in CAI.

Se, invece l'assegno è stato anche protestato e la banca le ha chiuso il conto corrente, dovranno passare cinque anni per l'automatica cancellazione del suo nominativo dal RIP per poter provare ad aprire un nuovo conto corrente. In alternativa, per anticipare i tempi, dovrebbe procedere, con l'assistenza di un legale, ad avviare la procedura di riabilitazione presso il Tribunale.

La pregiudiziale relativa al pignoramento ed alla vendita all'asta dell'immobile resterà purtroppo vita natural durante. E quindi, sarà difficile che le verranno concessi prestiti "importanti" come un mutuo ipotecario.

Non dovrebbe avere invece problemi per piccoli prestiti personali o di credito al consumo. Al massimo, le potranno essere richieste ulteriori garanzie.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.