Simone di Saintjust

Prima inizieranno i solleciti stragiudiziali. Dopo la dbt (decadenza del beneficio del termine) potrebbero iniziare ad arrivare gli atti giudiziari, in primis il decreto ingiuntivo, poi l'atto di precetto. In seguito inizieranno le procedure esecutive, stante la presenza di uno stipendio verosimilmente a tempo indeterminato (c'è una cessione) la cosa più probabile è il pignoramento di un ulteriore quinto.

Il secondo ha stipulato una finanziaria e nel momento presente è rimasta senza lavoro, ha venduto l'unico bene di proprietà, l'autovettura, e l'unico reddito percepito è la pensione minima di 459 euro mensili, è vedova. Anche in questo caso chiedo qual'è la procedura che viene attuata per il recupero e se c'è l'opportunità, vista la condizione, di annullare completamente la pratica.

In questo caso la pensione non è pignorabile per l'importo troppo esiguo. La cosa più probabile è che, dopo una lunga trafila di solleciti, la pratica sia ceduta a terze società cessionarie, le quali ricominceranno un'altra lunga trafila di solleciti... fino a che non arriverà da qualche parte una proposta di saldo e stralcio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.