Simone di Saintjust

Attualmente, si decade dal beneficio della dilazione della cartella esattoriale in caso di mancato pagamento di otto rate, anche non consecutive. All'epoca a cui si riferisce la sua vicenda (2006-2007) si decadeva dalla rateazione per sole due rate saltate, anche se non consecutive.

Con la rateazione della cartella esattoriale, viene accordata da Equitalia anche una sospensione dell'azione di riscossione coattiva (fermo amministrativo, ipoteca, pignoramento stipendio). La decadenza del beneficio di rateazione della cartella esattoriale comporta la potenziale riattivazione dell'azione esecutiva.

Equitalia rende disponibile, al presunto debitore, un servizio di estratto conto, che permette di consultare la posizione debitoria a partire dall'anno 2000. A me non risulta che tale servizio consenta anche di prendere visione della copia digitale della relata di notifica di ciascuna cartella esattoriale, né tanto meno, che, attraverso il servizio di estratto conto, sia possibile visualizzare l'eventuale carteggio intercorso fra creditore, agente esattoriale e debitore.

Le istanze in autotutela, e se del caso, il ricorso, è preferibile vadano presentati alla notifica dell'atto conseguente (fermo amministrativo, iscrizione di ipoteca, pignoramento) a quello che si ritiene prescritto (la cartella esattoriale), eccependone la nullità per vizio insanabile (prescrizione) dell'atto presupposto.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.