Simone di Saintjust

L'altra persona è stata previdente. Ha costituito un fondo patrimoniale dopo la formazione del debito. Il fondo patrimoniale è, in modo fin troppo evidente, finalizzato esclusivamente ad eludere gli obblighi assunti con la fideiussione. E, pertanto, suscettibile di revocatoria su istanza di qualsiasi creditore un po' determinato ed agguerrito.

Tutto questo l'altra persona lo sa fin troppo bene. Ma la sua mossa non è stata inutile.

Quello che mi sorprende, glielo dico sinceramente, è la sua premura verso l'altra persona. Lei si preoccupa se l'altra persona può stare tranquilla ...

Ma, forse, lei ha solo intuito e si aspetta da me una conferma alle sue "tristi" intuizioni.

Bene. Sa qual è il ragionamento che faranno i vostri creditori? Diranno: "Abbiamo due debitori. Uno facilmente aggredibile in quanto proprietario di una nuda proprietà (dell'usufrutto concesso al fratello semmai ci occuperemo dopo, per sapere se il contratto è stato stipulato prima o dopo la firma della fideiussione). L'altro ci ha creato invece un bel un problema: ha costituito un fondo patrimoniale e prima di togliergli casa dobbiamo spendere tempo e soldi per ottenere la revocatoria del fondo patrimoniale. Sai che facciamo? Ci lavoriamo subito l'intestatario della nuda proprietà, e ci dovrà dare il 100%. Per il titolare del fondo patrimoniale invece, se ci risparmia le pratiche legali, ci accontenteremo anche di un saldo stralcio al 50%. Tanto quello che perdiamo con lui, lo riprendiamo dal nudo proprietario ..."

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.