Simonetta Folliero

La banca estera si appoggerà, presumibilmente, ad uno studio legale, qui in Italia, per ottenere un decreto ingiuntivo basato sulla documentazione sottoscritta in Polonia. Non è una procedura semplice, ma nemmeno impossibile.

L'alternativa, per la banca polacca, è quella di servirsi direttamente del nuovo regolamento comunitario in base al quale è possibile ottenere un'ordinanza europea di sequestro conservativo, che consentirà al creditore di pignorare le disponibilità del debitore su un rapporto di conto corrente detenuto in qualsiasi banca UE.

E quindi, è consigliabile, per il debitore, evitare acquisizioni di proprietà immobiliari in Italia e/o risultare intestatario di un conto corrente con saldo di entità rilevante.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.