Ludmilla Karadzic

Dopo la notifica del decreto ingiuntivo lei ha 40 giorni di tempo per scegliere se pagare o contestare il credito mediante una opposizione al decreto ingiuntivo, avviando così una causa ordinaria.

Trascorsi i 40 giorni, il creditore, con il decreto ingiuntivo non opposto potrà chiedere all'ufficiale giudiziario il precetto e procedere con il pignoramento.

I tempi per il pignoramento variano: il creditore deve prima individuare cosa pignorare e se c'è speranza di recuperare qualcosa. Ad esempio il creditore dovrebbe conoscere presso quale banca lei ha un conto corrente per pignorare il conto, oppure chi è il suo datore di lavoro per poter procedere al pignoramento del quinto dello stipendio.

Se, comunque, questo può farle piacere aggiungo che non sarà costretto a presentarsi davanti al giudice, nè la porteranno in galera per non aver pagato quanto il giudice le ingiunge.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.