Andrea Ricciardi

Lei ha pagato solo quello per cui è in grado di esibire un attestato.

La rata di 200 euro saldata con vaglia postale (se ha conservato la ricevuta), l'acconto (se ha copia del contratto firmato che riporta l'importo da versare contestualmente) ed i 1300 euro alla consegna del divano (sempre se ha chiesto ed ottenuto la regolare ricevuta).

Il resto non ha alcuna rilevanza ed al curatore fallimentare non interessa. Lei è un debitore della società fallita.

Può anche tirare in ballo il venditore. Magari un giudice accetterà come prova i pezzi di carta firmati dal venditore. Ma sarà al massimo la prova di un prestito fatto al venditore, o il pagamento di altra merce acquistata. Il suo creditore era il soggetto con cui ha stipulato il contratto di pagamento rateale. Non altri.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.