Carla Benvenuto

L'unico pericolo derivante dal trasferire la residenza a casa della Sua compagna, potrebbe derivare da eventuali pignoramenti mobiliari che andrebbero a colpire indiscriminatamente i beni presenti alla residenza dei quali non si possa dimostrare la proprietà di terzi.

E' da dire però che i pignoramenti mobiliari sono poco praticati da Equitalia.

La soluzione possibile, in via precauzionale, è che la Sua compagna Le faccia un contratto di comodato d'uso gratuito dell'appartamento e dei beni in esso contenuti; tale contratto - debitamente registrato presso l'ufficio del registro - la tutelerebbe nell'eventualità di un pignoramento mobiliare, potendo dimostrare la proprietà di terzi dei beni.

Pertanto, tenuto conto di quanto sopra, può trasferire tranquillamente la residenza.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.