Ludmilla Karadzic

Con le sue letture in lungo e largo per il forum ed il blog lei dimostra che l'attività dello staff non è proprio inutile.

A lei il nostro ringraziamento dunque, e per ricambiare un piccolo suggerimento.

L'approccio al problema non può essere, nel contesto che analizziamo, quello di dedurre che 2 più 2 fa 4.

La giurisprudenza, concetto espresso anche nell'articolo di cui si discute, è zona grigia.

La PA, poi, compie atti illegittimi ogni giorno. Ed è onere di chi subisce l'azione fuorilegge, purtroppo, ricorrere ai giudici e dimostrare la fondatezza delle proprie ragioni.

Se lei non paga una multa, le arriva la cartella esattoriale. Se lei non paga la cartella esattoriale il concessionario per la riscossione del Comune di Milano dispone il fermo amministrativo del veicolo di sua proprietà.

Se lei non ricorre (fino in Cassazione) per sostenere che il fermo amministrativo è illegittimo come provvedimento conseguente al mancato pagamento di una sanzione amministrativa, ottenendo una pronuncia positiva (o negativa) noi dovremmo lasciare l'articolo così com'è: pieno di congetture e di ipotesi, di chiaro scuri, seppur sorretti da valide argomentazioni giuridiche.

E, probabilmente, fra qualche mese, dovremo rispondere ancora a domande come la sua. Con interpretazioni corrette e deduzioni fallaci.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.