Ludmilla Karadzic

Al pignoramento dello stipendio per debiti con banche, finanziarie e privati (debiti ordinari) può aggiungersi un ulteriore pignoramento dello stipendio per debiti che riscuote Equitalia (debiti speciali o esattoriali).

In particolare, stipendi e pensioni possono essere pignorati per debiti speciali o esattoriali nella misura massima di:

1/10 nel caso in cui l'importo mensile percepito dal debitore sia minore di 2.500 euro
1/7 nel caso in cui l'importo mensile percepito dal debitore sia compreso fra 2.500 e 5.000 euro
1/5 nel caso in cui l'importo mensile percepito dal debitore vada oltre i 5.000 euro.

Dunque, qualora lei percepisse uno stipendio al netto di tasse e contributi (ma prima delle ritenute per cessioni e pignoramenti) non superiore a 2.500 euro, la quota totale prelevata, in caso di pignoramento presso terzi avviato anche da Equitalia, arriverebbe al 30% dello stipendio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.