alexroma

Gent.mo dr. Saintjust,

intanto la ringrazio per la sua cortese risposta, adesso io mi chiedo in una situazione di ingiunzione nei miei confronti e di rivalsa sul garante sempre tramite ingiunzione perchè comunque a livello legale la prassi deve essere per forza così, facendo ricorso all'ingiunzione il giudice non potrà tenere in considerazione il fatto che mio padre con la sua pensione di 1400,00€ al netto del quinto e con già altre 4 rate di finanziamento per un totale di 700,00€ oltre che il mutuo di ulteriori 750,00€ come potrebbe un giudice di buona fede accettare un pignoramento sulla sua pensione che poi porterebbe a non far fronte invece ai suoi impegni che regolarmente paga sia alle finanziarie sia alla banca per il mutuo...senza dimenticare che mia mamma è disoccupata e deve mantenere anche il sostentamento della famiglia....

E' ovvio che non voglio arrivare fino a questo punto e cerco di gestire la situazione nel migliore dei modi, facendola in breve il mio obiettivo nel breve termine quindi nell'arco di questi 2/3 mesi finchè riesco a tirare e per il debito minore di 4000€ chiedere una saldo e stralcio a 1000€ - per il prestito di 8000€ chiedere un saldo e stralcio pari a 2000€ - mentre per quanto riguarda il prestito da 14000,00€ la mia proposta era quella di dar loro 1000€ in anticipo e 2000€ in 10 rate da 200€ l'una quindi una transazione novativa. Il mio dubbio rimane essendo società iscritte UNIREC ho dei dubbi che possano accettare un saldo e stralcio o una transazione novativa al 25/30%...però allo stato delle cose è il massimo che riesco a fare e voglio risolvere la questione nel breve termine. Per il discorso banca la cosa si complica in quanto sono coinvolte altre 3 persone e lunedì ho una appuntamento con la banca, l'unica cosa che posso fare e cercare di prendere tempo affinchè riesca a trovare una soluzione valida. Anche con loro vorrei arrivare a un saldo e stralcio ma purtroppo l'importo è molto più alto... parliamo di 30000€ circa quindi devo capire come gestire la cosa e necessito più tempo...poi punto sul buon rapporto precedente con la banca anche se si sa che hai tempi di oggi vale quel che vale...

Quindi i miei quesiti sono: secondo lei il mio modo di procedere potrà portare a dei buoni esiti cercando di confidare sulla comprensione della mia situazione attuale oppure il mio approccio di quello che potranno essere le mie future proposte a breve sono errate???

E la situazione con la banca che consiglio mi darebbe visto il coinvolgimento di altre 3 persone?

Come sempre la ringrazio anticipatamente della sua risposta e cordiali saluti.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.