Giorgio Valli

L'articolo 8-bis del Decreto Sviluppo, convertito in legge in data 7 luglio 2011, prevede che eventuali segnalazioni di ritardo nel pagamenti fino a 5 rate mensili, debbano essere cancellate entro cinque giorni dalla regolarizzazione, a pena di sanzioni e risarcimento danni.

Cinque giorni sono davvero pochini, conoscendo le pastoie burocratiche da cui sono affette e con cui operano alcune Centrali Rischi, ancorché private.

Presumo, allora, che gli operatori abbiano preferito adottare un comportamento prudenziale per evitare rischi ulteriori. La segnalazione viene effettuata solo quando il debitore inadempie la sesta rata consecutiva. Così c'è più tempo per la cancellazione nel caso in cui venga poi rilevata una regolarizzazione dei pagamenti oggetto di ritardo.

Ecco perché lei non è stato ancora segnalato in Centrale Rischi e la banca le aumenta il plafond della carta di credito.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.