Ludmilla Karadzic

Anche la vendita endofamiliare e soggetta a revocazione come la donazione. Può anche andar bene, ma il rischio esiste.

In casi come quello che lei descrive, potrebbe valere la pena di pensare alla alienazione totale di uno dei due immobili ed alla vendita della nuda proprietà, con riserva di usufrutto dell'altro.

Questo, beninteso, se l'entità del debito IVA è rilevante.

Il ricavato potrebbe essere poi trasferito nel tempo su un conto corrente fiduciario con delega al figlio debitore.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.