Simone di Saintjust

Allora, per quanto riguarda la macchina escluderei qualsiasi azione. E' usata, in comproprietà ed al creditore costano molto di più le spese di esecuzione che un eventuale ricavato dalla vendita.

Per il conto corrente bisogna stare in campana, invece. Ma per pignorare il conto corrente è necessario ottenere un decreto ingiuntivo dal giudice. E, di conseguenza, c'è l'obbligo di notificare al debitore l'azione legale intrapresa dal creditore.

Quindi il consiglio è di ritirare sempre le comunicazioni di notifica ed anzi, fare in modo che esse possano giungerle anche se ritorna in Romania. Rendersi irreperibili o non ritirare gli atti quando vengono notificati è solo un vantaggio in più per il creditore.

Dopo il divorzio e l'affitto della nuova casa faccia in modo di poter documentare sempre la provenienza degli arredi (fatture di acquisto, contratti di comodato ecc.). Questi documenti potranno tornarle utili in qualsiasi evenienza.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.