Simone di Saintjust

A quanto sembra di capire, in base a ciò che lei riferisce, il suo non è un contratto di fideiussione.

In tale circostanza avrebbe potuto invocare, se contrattualmente previsto, il beneficio di escussione, ovvero l'obbligo, per il creditore, di escutere gli eredi della sua compianta sorella prima di rivolgersi al fideiussore.

Ma, lei ha firmato come coobbligata e, quindi, è "obbligata", insieme a sua sorella, in modo solidale, a rimborsare il prestito.

Sarebbero da approfondire le clausole del contratto di assicurazione in caso di morte: la copertura del debito residuo si attiva a fronte del decesso di uno solo dei contraenti?

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.