Carla Benvenuto

O meglio, quando lui ha trasferito la residenza nella mia casa, l'ufficiale di anagrafe al quale abbiamo esplicitamente richiesto una formula per non “unire” la sua presenza alla mia famiglia ha detto che l'avrebbe inserito come ospite.

Se è così, a mio parere, l'ufficiale d'anagrafe ha commesso un illecito. Dal momento che lei ed il suo compagno siete genitori di una figlia riconosciuta dal padre. Il quale, pertanto, non può essere considerato un ospite e, come tale, componente di una famiglia anagrafica distinta.

Ma ci vuol poco a togliersi il dubbio. Basta richiedere uno stato di famiglia.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.