Carla Benvenuto

Quando parliamo di raccomandata a/r parliamo di una comunicazione contenuta in busta chiusa, accompagnata da una relazione sulle modalità di consegna che deve essere riconsegnata al mittente (si tratta di un cartoncino bianco con codice a barre ed altre info che ne consentono la tracciabilità).

Quando il postino tenta di consegnare una raccomandata a/r, ma il destinatario è irreperibile, lascia il cartoncino giallo di avviso affinchè il destinatario possa recarsi presso gli uffici postali a ritirare la comunicazione o possa darne incarico ad altri (muniti di delega).

L'invio della seconda raccomandata informativa, nel caso di notifica della cartella esattoriale via posta ed irreperibilità del destinatario, è obbligatorio. Quando si fa accesso agli atti presso il creditore, infatti, per verificare la correttezza della procedura di notifica via posta di una cartella esattoriale, una relata di notifica che riporta la temporanea irreperibilità del destinatario deve essere sempre accompagnata la ricevuta postale di invio della seconda raccomandata informativa.

E' chiaro che la correttezza della procedura nei confronti del destinatario è garantita solo dalla buona fede. Il postino potrebbe, come spesso è accaduto, non tentare nemmeno la consegna della seconda raccomandata informativa ed infilare nella cassetta postale direttamente l'avviso di giacenza.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.