Simone di Saintjust

Nella vendita senza incanto è ammesso all'acquisto chiunque, tranne il debitore.

Chi partecipa all'asta deve però allegare un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione.

L'aggiudicatario potrà poi versare il residuo anche mediante mutuo ipotecario con garanzia sull'immobile oggetto della vendita.

Dunque, in linea teorica tutto è possibile. Ma è necessario disporre almeno della liquidità necessaria per presentare l'offerta oltre a raggiungere l'accordo con la banca per l'erogazione del mutuo in caso di aggiudicazione.

Infatti, una volta individuato l'istituto bancario che sia disposto a concedere a suo figlio un mutuo ipotecario per l'immobile, in mancanza della possibilità ovvia di iscrivere ipoteca sul bene oggetto d'asta prima della sua aggiudicazione, resta lo scoglio di reperire la somma (10% dell'offerta) che la banca di certo non anticiperà in mancanza di garanzie.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.