Michelozzo Marra

L'indicazione del numero civico nel verbale di multa è importante ma non essenziale per la validità dell'accertamento. La multa per divieto di sosta è valida anche quando il vigile omette di indicare nel verbale di preavviso il numero civico dell'accertamento effettuato.

Così si è pronunciata la Corte di Cassazione, Sez. II civile, con la sentenza numero 19902 del 29 settembre 2011.

Per quanto riguarda l'avviso di accertamento per il pagamento della tassa automobilistica (bollo), quando si procede in autotutela è necessario stare bene attenti a non far decorrere i termini fissati dalla legge per impugnare l'atto, termini che non vengono sospesi in attesa di una risposta.

Altrimenti, accade che la PA risponde dopo 60 giorni, alché il bollo bisogna pagarlo comunque.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.