Ludmilla Karadzic

Il legato è un lascito che ha per oggetto un particolare bene o un diritto specificamente individuato. E' l'equivalente di una donazione, però ha efficacia solo a partire dalla morte del disponente.

Eredità e legato presentano differenze sostanziali. L'eredità richiede sempre un'accettazione, espressa o tacita, da parte della persona designata. Il legato, invece, si acquista automaticamente, senza bisogno di accettazione, pur essendo possibile rinunciarvi.

L'accettazione dell'eredità comporta dunque una valutazione discrezionale da parte dell'erede designato, che potrebbe anche avere interesse a non accettare, se i debiti sono superiori all'attivo del patrimonio. In tal caso, infatti, l'erede sarebbe tenuto a pagare di tasca propria.

Nel legato questo problema non si presenta, dato che il legatario non risponde mai dei debiti del defunto. Nel peggiore dei casi i creditori potranno portargli via ciò che ha ricevuto, ma non potranno mai chiedergli di più.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.