Ludmilla Karadzic

Può presentare ricorso alla CTP entro 60 giorni dalla notifica dell'intimazione di pagamento.

Ma deve essere sicura che la cartella non le è stata mai notificata, altrimenti sarà costretta a pagare - non solo l'importo iscritto a ruolo per l'insufficiente pagamento dell'IRPEF relativa al 1993, comprensivo di sanzioni ed interessi - ma anche le spese di giudizio.

Per questa ragione le suggerisco di prendere visione, tramite accesso agli atti e presso gli uffici di Equitalia, della relata di notifica della cartella esattoriale risalente al 2002.

Inutile cercare motivazioni per il ricorso nella qualifica di chi le ha notificato l'intimazione di pagamento. L'indicazione del responsabile del procedimento deve essere riportata sulla cartella esattoriale e non sull'atto notificatole.

Per quanto riguarda il caso specifico, poi, la cartella esattoriale del 2002 non era neanche soggetta a quest'obbligo.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.