Stefano Iambrenghi

Mi chiedevo se potrebbe causare problemi ed essere “impugnabile” il fatto di fare e registrare il contratto pochi giorni prima della sentenza, e anche se fosse possibile farlo, risultando lei nel mio stato di famiglia e avendo la residenza entrambi in loco.

L'ufficiale giudiziario dovrebbe non effettuare il pignoramento dei mobili se il debitore esibisce un contratto di comodato registrato in data anteriore alla pronuncia della sentenza a lui sfavorevole e sulla base della quale si procede in via esecutiva.

Eventualmente facendo il contratto ed inviando poi la copia (con copia di registrazione all'agenzia delle entrate) e le copie delle fatture dei mobili comprate da me all'avvocato, si potrebbe evitare secondo voi la visita dell'ispettore giudiziario del pignoramento?

ho ricevuto una risposta ma non l'ho capita scusatemi

Non si può evitare la visita dell'ufficiale giudiziario. L'ufficiale giudiziario deve accettare, come opponibili, contratti stipulati in data anteriore alla pronuncia della sentenza (in particolare anteriori alla data in cui viene apposta alla sentenza la formula di esecutività).

Naturalmente la soluzione “ottima” per evitare il pignoramento è il cambio di residenza in anagrafe effettuato in data anteriore alla visita dell'ufficiale giudiziario.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.