Marzia Ciunfrini

No, non può ritenere annullata la cartella presumibilmente prescritta.

Sempre ammesso che non le siano state inviate comunicazioni interruttive dei termini di prescrizione (vanno considerate come tali un'intimazione al pagamento o eventuali tentativi di azioni esecutive infruttuose) correttamente notificate per compiuta giacenza, bisogna far valere l'intervenuta prescrizione quinquennale (nel caso di cartelle esattoriali originate da multe non pagate) attraverso un istanza in autotutela presso il creditore oppure, più realisticamente, con ricorso ex articolo 615 c.p.c. (opposizione all'esecuzione) in occasione della notifica eventuale di atti di riscossione coattiva quali il fermo amministrativo, iscrizione di ipoteca (azioni esecutive entrambe illegittime per multe non pagate) pignoramento dello stipendio, del conto corrente, ecc...

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.