Rosaria Proietti

Bisognerebbe capire se il test del DNA è stato fatto veramente ed ha dato risultati aderenti alla realtà oppure se il suo ex sta solo cercando un falso pretesto per fuggire dalle responsabilità a cui è chiamato come padre.

E questo solo lei può dircelo.

Nel primo caso, qualsiasi azione legale contro il suo ex si esaurirebbe con la produzione di documentazione attestante l'esclusione di paternità del bimbo, da parte del suo ex compagno. Sarebbe inutilmente costosa, in termini materiali ed umani.

Nel secondo caso, ma solo se lei è sicura che il padre del bimbo è il suo ex compagno, può provare a contattare l'avv. Antonella Pedone a questo url.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.