Patrizio Oliva

Appena le sarà revocata la rateazione, in mancanza di un accoglimento da parte sua della proposta di proroga formulata da Equitalia, saranno attivate le procedure di riscossione coattiva. Che, naturalmente, si risolveranno in un nulla di fatto.

Lei non è un soggetto fallibile.

Potrebbe avvalersi della nuova legge sul sovraindebitamento in aiuto dei debitori, che prevede un concordato con i creditori. Ma questo è il punto, INPS e agenzia delle Entrate, non scendono a concordati.

Con questo mi sembra di aver rispostao alla sua terza domanda: Equitalia si occupa della riscossione di crediti non suoi. Quindi non è abilitata ad accordare sconti.

I suoi interlocutori per chiedere uno "sconto" dovrebbero essere ADE, INPS e Comuni.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.