Simone di Saintjust

L'atteggiamento da tenere nei confronti di situazioni come quelle che lei descrive è lo stesso che bisogna assumere quando si è colpiti da una grave malattia.

Imparare a convivere con essa ed adottare uno stile di vita compatibile.

Il che significa accettare solo lavori in nero. Abitare in un appartamento in affitto, con comodato gratuito di arredamenti, utilità ed elettrodomestici. Non avere conti correnti intestati, ma solo deleghe su conti correnti di altri. Così per i veicoli necessari eventualmente agli spostamenti: rigorosamente non propri. In alternativa bisogna utilizzare mezzi pubblici.

Certo è dura! Ma che fare quando il destino ci riserva una vita da debitori?

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.