Marzia Ciunfrini

A norma dell'articolo 38 del codice civile, i presidenti delle associazioni
privi di personalità giuridica rispondono, rispetto alle obbligazioni sociali assunte, in proprio e senza che sia prevista la preventiva escussione del fondo sociale: ciò significa che i creditori dell'associazione potrebbero agire indistintamente sia nei confronti del patrimonio del presidente che di quello sociale.

Il cambio del rappresentante dell'associazione non trasferisce la responsabilità patrimoniale delle obbligazioni assunte, che come già indicato, sono personali.

Indipendentemente dalla chiusura dell'associazione, i rischi che lei ha già assunto a carico sono quelli di rispondere, attraverso l'escussione coattiva, dei debiti contratti come presidente dell'associazione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.