Rosaria Proietti

L'ipoteca sulla casa può essere iscritta e l'azione esecutiva di espropriazione avviata per debiti superiori ad 8 mila euro.

La comproprietà non costituisce un ostacolo all'espropriazione. La casa può essere venduta all'asta ed al comproprietario assegnata la metà del ricavato.

Può essere iscritta ipoteca secondaria in aggiunta a quella già esistente a garanzia del mutuo. Se c'è capienza (valore presumibile di vendita all'asta dell'immobile superiore ai debiti complessivi garantiti) anche il creditore garantito da ipoteca secondaria avrà interesse ad avviare il pignoramento.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.