Ludmilla Karadzic

Effettivamente le norma indica spesso, in modo ambiguo, la residenza estera del cittadino emigrato.

Ma, in realtà, i cittadini italiani iscritti all'AIRE e trasferitisi all'estero hanno l'obbligo di comunicare all'ufficio consolare territorialmente competente, nel termine di novanta giorni, la residenza o il domicilio estero in cui potranno essere contattati dalle autorità consolari.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.