Ornella De Bellis

Il pignoramento del quinto dello stipendio avviene alla fonte, tramite pignoramento presso il datore di lavoro.

Se, invece, le è stato pignorato il conto corrente, non potrà più operare su di esso fino a quando il giudice non disporrà l'assegnazione degli importi per cui si è proceduto.

In questa evenienza, il bonifico dello stipendio, o quello che ne rimane, non andrà a buon fine in futuro. Può aprire un nuovo conto corrente a lei intestato e, periodicamente, subito dopo l'accredito, trasferire l'importo altrove.

Il datore di lavoro non accetterà di versare gli importi che le spettano su un conto corrente intestato ad altri.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.