Paolo Rastelli

Il beneficio della rateazione a suo tempo accordata è ormai decaduto ed il debito residuo va pagato in un'unica soluzione.

La prescrizione della cartella esattoriale correttamente notificata è decennale se il debito è di natura erariale (IVA, IRPEF, IRES) e quinquennale negli altri casi.

La data da cui decorre la prescrizione è quella dell'ultima rata pagata oppure, se successiva, quella in cui sono stati notificati ulteriori avvisi di intimazione al pagamento (anche per compiuta giacenza).

Pertanto, potrebbe opportuno verificare presso gli uffici Equitalia se, dopo l'ultima rata pagata del piano di rateazione, sono intervenute ulteriori notifiche di cui lei non ha diretto riscontro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.