Ornella De Bellis

Sarebbe il caso di chiedere al comando dei vigili qual sia la fonte normativa in base alla quale si ritiene che se la giacenza supera i 10 giorni la notifica s’intende perfezionata il giorno in cui il postino ha lasciato l'avviso nella buchetta.

Noi ci atteniamo, per il momento, alla sentenza della Corte Costituzionale numero 3 del 2010 che recita così: la notifica a mezzo posta si perfeziona, per il destinatario, non con il semplice invio a cura dell'agente postale della raccomandata che dà avviso dell'infruttuoso accesso [quando la notifica è effettuata dal mittente direttamente tramite servizio postale, l'invio della raccomandata è sostituito dall'avviso lasciato in buchetta o sotto l'uscio della casa del destinatario - ndr], ma decorsi dieci giorni dall'inoltro della raccomandata [quindi dalla data in cui viene lasciato l'avviso - ndr] o nel minor termine costituito dall'effettivo ritiro del plico in giacenza.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.