Giorgio Valli

La tassazione sostitutiva nel regime forfetario 2016 è del 5%, che rimpiazza, appunto, Irpef, addizionali comunali e regionali nonché l'Irap. In fattura non si applicano IVA e ritenuta d'acconto.

Per quanto attiene gli obblighi contributivi, per i professionisti non iscritti ad una cassa di previdenza (quelli, in pratica, non iscritti ad un Albo professionale) è d'obbligo l'iscrizione alla Gestione Separata Inps, con il pagamento della contribuzione al 27,72%: non sono previsti minimali, ma si paga in relazione al reddito imponibile calcolato forfettariamente.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.