Ornella De Bellis

Può cercare una soluzione attraverso la legge 3/2012 a tutela dei soggetti sovraindebitati, a cui può ricorrere se è un professionista (come credo) non fallibile.

La soluzione ottimale sarebbe l'approvazione di un piano del consumatore (un piano sostenibile di rientro dal debito), che non ha bisogno dell'assenso dei creditori, ma solo della convinzione del giudice sul fatto che il debitore abbia profuso il massimo sforzo, nei limiti dell'umanamente possibile, per riuscire a soddisfare i creditori.

L'approvazione del piano comporterebbe anche la cancellazione delle segnalazioni ancora in essere.

Per ora il suggerimento è quello di leggere i contenuti di questa sezione, per cominciare a comprendere di cosa si tratta.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.