Marzia Ciunfrini

Purtroppo, nell'ipotesi di azione esecutiva di pignoramento presso il datore di lavoro promossa dal creditore, sarà stabilito un prelievo del 20% sul suo stipendio, pari a circa 240 euro.

Non è rilevante, in tal senso, l'obbligo sussistente a carico del debitore di corrispondere un assegno di mantenimento a coniuge e figli.

Naturalmente, se il debito è certo ed esigibile, è assolutamente inutile presentare opposizione al decreto ingiuntivo.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.