Simonetta Folliero

Francesca girerà l'assegno per procura a Ugo, così come previsto dall'articolo 26 della legge assegno (Regio Decreto 1736/1933) e dall'articolo 2013 del codice civile.

Infatti, se alla girata è apposta la clausola "valuta per incasso", "per incasso", "per procura", od ogni altra che implichi un semplice mandato, il portatore può esercitare tutti i diritti inerenti all'assegno bancario.

Naturalmente, servirà un atto notarile con cui Francesca conferisce ad Ugo il potere di rappresentarla per l'incasso di quello specifico assegno; Ugo dovrà altesì esibire copia della documentazione attestante che Francesca è legittimata a beneficiare dell'assegno in qualità di legale rappresentante della sas.

Concludendo, per poter essere pagato a persona diversa dal beneficiario, l'assegno non trasferibile deve presentare il mandato all'incasso apposto sul titolo stesso, con l'indicazione del soggetto e della sua qualità di mandatario del beneficiario.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.