Annapaola Ferri

Una valutazione sull'opportunità di persistere, o meno, nella proposta inizialmente formulata al creditore per la soluzione transattiva a saldo stralcio del contenzioso, non può prescindere da una contestuale analisi della probabilità di successo dell'azione esecutiva che il creditore può avviare nei confronti dello stesso debitore.

Analisi che non può essere effettuata in mancanza di un, seppur minimo, accenno alla attuale capacità patrimoniale e reddituale del debitore.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.