Annapaola Ferri

La questione da lei posta è semplice e lineare: il problema facile da risolvere come tutte le volte in cui bisogna prendere una decisione che non presenta alternative e comporta una scelta obbligata.

Ecco quello che, secondo noi, lei dovrebbe fare: cestinare la comunicazione con posta prioritaria e comunicare all'interlocutore di astenersi dal contatto telefonico indesiderato (qualora perseverasse il suggerimento è quello di inoltrare una lettera di diffida alla società di recupero crediti).

Poi si metta tranquillo e dimentichi: i debiti, con il tempo migliorano.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.