Giovanni Napoletano

Le modalità con cui è possibile procedere al distacco della fornitura di energia elettrica per morosità, prevedono l'obbligo preventivo di inviare una raccomandata di messa in mora al cliente ritardatario prima di procedere al distacco della fornitura e di sollecitare e intimare il pagamento entro il termine di 20 giorni.

Per quanto riguarda l'energia elettrica, oltre alla sospensione della fornitura, è possibile anche una riduzione della potenza erogata.

Il preavviso di distacco non può certamente essere inoltrato via email e la procedura di distacco può essere avviata solo dal venditore titolare del contratto di fornitura in corso.

Nel suo caso si tratta certamente dell'azione inconsulta di un addetto della società di recupero cessionaria del credito vantato dal precedente venditore, nel tentativo di estorcere il pagamento delle bollette non pagate durante il precedente rapporto contrattuale.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.