Ludmilla Karadzic

La prescrizione di un credito derivante da carta revolving è decennale. Nel suo caso, essendo stata comunicata la decadenza del beneficio del termine nel dicembre 2012, la prescrizione del credito interverrà nel dicembre 2022.

Sempre, beninteso, che il creditore, in questo lasso di tempo, non le notifichi una comunicazione di messa in mora o, comunque, interruttiva dei termini di prescrizione.

Per ritardi nel rimborso il creditore è solito far gravare, sul capitale iniziale, interessi di mora al limite dell'usura e spese di recupero non giustificate e non dovute.

Tuttavia, il debitore per limitare questo malcostume, ha diritto di chiedere ed ottenere l'estratto conto cronologico del debito accumulato. Ed allora il creditore, dovendo mettere nero su bianco le modalità di calcolo degli interessi, si guarda bene dall'applicare tassi di interesse usurari, con il rischio di essere denunciato all'Autorità giudiziaria.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.