Giorgio Valli

Ragioniamo per catastrofismo: il fisco appura che c'è stata una donazione indiretta al coniuge in separazione dei beni per l'acquisto della casa; chiede al giudice, ed ottiene, di dichiarare giuridicamente inefficace la donazione indiretta. Ma può farlo esclusivamente entro cinque anni dalla data dell'atto di compravendita.

In ogni caso, trattandosi di un credito esattoriale ed essendo il bene tornato nella proprietà del debitore il solo ed unico immobile, se il debitore vi risiede può solo ipotecarlo, ma non può espropriarlo.

Di più non si può onestamente dire.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.