Roberto Petrella

Inutile chiedere a questi signori la ristrutturazione del debito: basterebbe seguire le cronache internazionali di questi ultimi tempi per comprenderlo.

Quello che dovrà aspettarsi nel medio periodo è la comunicazione di decadenza dal beneficio del termine, ovvero la richiesta di corrispondere in un'unica soluzione capitale residuo, rete arretrate, penalità di ritardato pagamento ed interessi di mora.

Poi tutto dipenderà da quelle che sono le politiche di recupero crediti della banca, la quale potrà avviare il pignoramento dello stipendio o iscrivere ipoteca di secondo grado sull'immobile di sua proprietà. Oppure, cedere il credito a terzi, nel qual caso ci sarà la possibilità di addivenire, nel futuro, ad una soluzione a saldo stralcio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.