Genny Manfredi

La questione va affrontata distinguendo due profili: la dichiarazione di successione e la dichiarazione di accettazione (o rinuncia) dell'eredità.

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che coincide con la data del decesso di sua nonna. Essa ha esclusivamente la finalità di individuare chi è obbligato a versare le imposte di successione. Se la dichiarazione di successione è omessa, l'imposta è accertata e liquidata d'ufficio in base alla ripartizione dell'eredità risultante dalle dichiarazioni di accettazione e rinuncia dei chiamati all'eredità.

Per quanto attiene al secondo profilo, lei deve adesso decidere se accettare o meno l'eredità lasciata da suo padre (che, in ogni caso, non ha rinunciato all'eredità della madre), oppure se accettarla con beneficio di inventario. Si tratta di un atto che può essere formalizzato, per quanto detto, indipendentemente dalla dichiarazione di successione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.