Ludmilla Karadzic

Quando si tratta con le società di recupero crediti e si raggiunge un accordo a saldo stralcio, prima di pagare bisogna pattuire nel dettaglio anche il testo della liberatoria per la successiva cancellazione del proprio nominativo dalla Centrale Rischi in cui si è stati segnalati.

Il documento, su carta intestata del creditore cessionario e sottoscritto dal legale rappresentante della società, deve riportare l'integrale rimborso delle posizioni così come rubricate ed individuate nella Centrale Rischi, senza alcun accenno all'eventuale saldo parziale con cui è stata effettivamente perfezionata la transazione stragiudiziale.

Solo in questo modo, decorso il triennio dalla data della liberatoria, sarà possibile esigere la cancellazione del proprio nominativo dalla Centrale Rischi per le posizioni debitorie indicate nel documento.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.